domenica 2 aprile 2017

Lastminute Pasqua in Umbria

Il B&B Cascina Antonini, casa in campagna tra Spello e Bevagna, per le feste pasquali propone camera matrimoniale con bagno privato al costo di euro 55,00 al giorno. Per informazioni o prenotazioni tel. 3282195980 oppure www.cascinaantonini.com
Passare la Pasqua in Umbria significa conoscere i suo borghi, le sue tradizioni spirituali e culturali, l’enogastronomia legata alla festa,  attraverso i riti del triduo pasquale dalle processioni del Venerdì Santo, alle varie manifestazioni tipiche della Domenica di Pasqua. Ve ne vogliamo segnalare due in particolar modo: La Sacra rappresentazione del Venerdì Santo di Fiamenga (Foligno) e la corsa tradizionale del Cristo Risorto a Bevagna.
Sacra rappresentazione del Venerdì Santo di Fiamenga
Tra le manifestazioni di antica tradizione religiosa e popolare legate al Venerdì Santo, quella di Fiamenga ha sempre avuto una vasta risonanza e un forte richiamo. La sua origine risale al 1867, quando l’allora parroco P. Benedetti introdusse la Processione della Penitenza nella notte del Venerdì Santo.Dal 1974 la processione cominciò ad essere integrata da una Sacra Rappresentazione ideata e diretta da Francesco Fratini con la partecipazione di alcuni giovani del paese. È stato inoltre creato un centro di documentazione del dramma sacro. Ogni anno, con scenografie e testi diversi, viene riproposto in un vero e proprio teatro in piazza il dramma della Passione diGesù. 
La corsa del Cristo Risorto di Bevagna
Il giorno di Pasqua alle ore 11.00 i portantini della Confraternita della Misericordia portano in spalla la statua del Cristo Risorto dal Chiesa del Seminario a quella di San Michele Arcangelo in piazza. Il parroco aprirà il portone della chiesa e la statua, sorretta ai lati da uomini forti, attraverserà velocemente la navata tra due ali di folla festante. Poi nel pomeriggio alle ore 17.00 partendo sempre dalla Chiesa di San Michele Arcangelo si snoderà per le vie della città di Bevagna la processione detta della “Rinchinata” in quanto la processione consiste nell’incontro delle statue del Cristo e della Madonna, sorrette dai portatori.